Loading...

News

5 vs 5: rigori che non ci sono e closing che non si chiudono.

Marzo 2017 non è esattamente un mese come un altro per il popolo milanista, che tra le vicende di un closing che non arriva – e che non tranquillizzerebbe nemmeno se si concretizzasse, alla luce di tutti i dubbi su questi misteriosi investitori cinesi – e le polemiche successive a Juventus Milan, ha avuto parecchi stimoli, e non dei più esaltanti. In questa rubrica però vogliamo vedere sia il bicchiere mezzo pieno, sia mezzo vuoto: 5 vs 5, come in una partita di calcetto, oppone, in 5 punti per lato, il bello al brutto del Milan attuale, offrendo spunti di riflessione a tifosi e appassionati di calcio e di Milan.

Team Pro

1 - Donnarumma che bacia il simbolo del Milan sulla maglia nel finale della partita (dicendone di tutti i colori a quella che per molta stampa sarebbe la sua squadra del futuro) è qualcosa che scalda il cuore, anche in una notte gelida come quella di Torino.   

2 – Comunque vada, un Milan senza Suso e Bonaventura e con un Donnarumma, ancora lui, in stato di grazia, ha resistito ad una Juventus, oggettivamente superiore, obbligandola a vincere come ha vinto (un rigore letteralmente inventato, regolamento alla mano) segnando al 97esimo.

3 – Deulofeu si sta confermando, partita dopo partita, giocatore vero, con carattere, qualità e spirito di sacrificio.

4 – AC Milan e Fiera Milano hanno trovato una conciliazione amichevole a proposito della questione stadio al portello. E la questione closing con SES, comunque vada si concluderà questo mese, dopo l’ultimatum di Fininvest.

5 – Montella ha saputo dimostrarsi gran signore e persona intelligente andando a stemperare la tensione già nelle interviste a caldo nel post partita.

 

Team Contro

1 – Donnarumma ha Mino Raiola come procuratore, e Mino, si sa, fa venire i mal di pancia ai giocatori…

2 – Suso pare dover stare fermo qualche settimana (si parla di un mese) e Ocampos non si è dimostrato un sostituto così efficace.

3 – Deulofeu è in prestito secco dall’Everton, quindi a giugno torna alla base. E se non bastasse, il Barcellona ha il diritto di recompra. Se continuasse a giocare così, rivederlo in rossonero il prossimo anno potrebbe essere difficile.

4 – AC Milan, o per meglio dire Fininvest, ha dovuto versare 5 milioni a titolo di risarcimento per aver abortito il progetto stadio al Portello dopo aver vinto la gara d’appalto. Sul fronte closing invece, qualora non avvenisse, potremmo ritrovarci a vivere un’altra estate col condor a caccia di parametri zero e occasioni last minute. Se invece, alla fine, si realizzasse, potremmo trovarci a fare un mercato faraonico iniziando il percorso per tornare tra le big d'Europa oppure, chissà, il Milan potrebbe rischiare il fallimento qualora SES si dimostrasse incapace di sostenerne i debiti.

5 – Il Milan, oltre a non avere più risultati da grande squadra, inizia ad essere visto come una società che la Juventus può depredare in qualsiasi momento dei suoi talenti migliori. Sono mesi ormai che sembra che Marotta e soci possano, a proprio capriccio, arrivare a Milanello e prendersi un Donnarumma o un De Sciglio versando qualche spicciolo.

APAMilanAC

Associazione piccoli azionisti
della A.C. Milan S.p.A.
Cod. Fiscale: 97726290154

Corso di Porta Vittoria, 9
Milano

Email: info@apamilanac.it